cercati in rete...interessanti

lunedì 2 novembre 2009

Farsi la barba: un momento per noi..ogni mattina

Siete maschietti? Un piccolo momento di piacere si può trovare facilmente ogni mattina durante la rasatura. E se ci aiutiamo c'è proprio una bella soddisfazione a dedicarsi un pò di tempo ogni giorno. Io addirittura ho due sequenze diverse: una più sbrigativa per ogni giorno...che ci volete fare...sempre di corsa..ed una più libidinosa da giorni festivi.

Giorni frettolosi:
  • mi ammorbidisco i peli della barba con acqua calda ed insieme ammorbidisco anche il pennello
  • sapone da barba per pennello. Mi piace usare il barattolino di sapone un pò all'antica ma anche piacevole da usare con il pennello. Ho abolito le schiume da sempre, anche in tempi non sospetti, cioè prima che si parlasse di gas propellenti inquinanti
  • rasoio semplice gillette slalom plus - quello con l'aloe e la testina snodabile. Il costo è ragionevole e si possono buttare via frequentemente senza svenarsi. E l'igiene è assicurata.
  • e poi via. Pelo, un'altra insaponata e contropelo, sciacquando spesso il rasoio per evitare che dei peli possano renderlo poco scorrevole
  • e poi. Colpo finale. Un bel risciacquo con acqua fredda ed abbondante. Che bel tocco finale, che piacere, che sensazione di freschezza senza necessità di usare alcun dopobarba che oltretutto non mi permette di respirare, assaporare l'aria fresca mattutina.
Il Sabato e la Domenica invece la musica cambia, ma anche gli strumenti!
Innanzitutto sto usando da un pò di tempo una linea di prodotti da uomo per la barba della Weleda. Sono arrivato a questo punto dopo diverse ricerche ma ricordo come veramente ottimo il Sapone da Barba inglese alla rosa.

  • Innanzitutto mi pregusto l'operazione disponendo i miei strumenti sulla mensola apposita del bagno
  • Dopodichè prima mi ammorbisco i peli della barba con l'acqua calda, a lungo. Ed ecco che poi la Lozione alcolica pre-barba corre in mio aiuto per preparare ulteriormente il viso alla rasatura.
  • Ora tocca al Pennello e Schiuma da barba in tubo tipo dentifricio. La schiuma fa poca schiuma, se ne dovrebbe usare forse di più. Non è che mi convinca del tutto ma va beh! mica viviamo in un mondo perfetto! E poi forse è fatta apposta per fare quello che deve fare ma senza impoverirmi la pelle del viso. E poi stessa tecnica di prima. Pelo, re-insaponatura e contropelo curando di rasare poco e poi risciacquare la lama. E secondo me in questa fase è meglio risciacquare il rasoio con acqua calda. Dilatazioni del metallo? sesto senso?
  • E di nuovo un risciacquo finale con acqua, quella bella acqua fresca che mi fa pensare a quelle belle escursioni in montagna...alle sorgenti..a tempi passati ma gioiosi...
  • E poi colpo finale del weekend. Il latte dopo-barba Weleda. Sembra veramente latte, rigorosamente non alcoolico come i sacri testi della rasatura raccomandano, che dopo quel risciacquo freddo e con una sensazione della pelle un pò stressata dalla lama del rasoio torna morbida. Con in più quel tocco delicato di fragranze naturali che circondano il tuo spirito e ti fanno pensare di essere proprio fortunato di poter vivere una nuova giornata
Basta proprio poco!

Ah dimenticavo! Una antica ricerca mi aveva portato a ricercare un dopo barba o qualcosa del genere alle coccole di cipresso. Contatta il produttore in firenze - mi pare - e poi trova una rivendita in milano. corso san gottardo.
L'idea del profumo della resina di un cipresso è un qualcosa di fantastico ma che delusione il profumo sintetico trovato poi!

Nessun commento:

Posta un commento

Cerca nel blog

Informazioni personali